CHANGE - NEWSLETTER marzo 2020

Non riesci a leggere questa e-mail, guardala on-line


Gentile Visitatore,


negli scorsi anni la nostra newsletter di primavera è stata ricca di proposte di nuovi incontri, di notizie su nuovi corsi che si aprivano e su nuove attività in progettazione.
Gli eventi di questo mese ci hanno costretti a confrontarci con l’imprevedibile, e a mettere in campo tutte le nostre risorse per riadattare attività e progetti alle esigenze di distanziamento sociale che la situazione impone. 

La nuova situazione ci ha comunque permesso di scoprire:

--Che le risorse della formazione a distanza possono essere utilizzate non
       solo in questa emergenza ma per arricchire le nostre proposte formative
       anche in futuro
-- Che essere costretti a rallentare le attività facilita la riflessione e arricchisce
        il confronto: il nostro metodo è una creatura viva, che cresce e si evolve. 
        Regalargli più tempo ci sta permettendo di pensare a un nuovo libro sul 
        Counselling sistemico narrativo e a articoli che da tempo avremmo voluto
        scrivere

-- Che il “mondo CHANGE” è una comunità esistente, che si confronta e si
       conforta con scambi di mail, post su Facebook, richieste e proposte.

 

A questa comunità promettiamo il nostro impegno per mantenere vivo lo scambio di idee e per proseguire le attività utilizzando al meglio quello che la tecnologia ci mette a disposizione:
Abbiamo attivato la piattaforma zoom che ci consente di proseguire i percorsi avviati e di fare altre proposte a distanza.

I corsisti del corso triennale hanno già ricevuto i programmi adattati all’emergenza e il calendario degli incontri zoom.

A chi era iscritto o interessato agli incontri del ciclo La parola e(è) la cura abbiamo inviato una proposta di incontro gratuito on line per riprogrammare gli incontri previsti e individuare tematiche legate alla situazione attuale su cui si sente la necessità di una riflessione e di un approfondimento formativo.

Per tutti, qualche consiglio a partire dalla parola d’ordine di CHANGE per il 2020: Illuminiamo l’oscurità con la cultura. 

-- Leggere

Leggere in silenzio (consigliamo le iniziative del gruppo Facebook Silent Book Club – Torino), leggere ai bambini, parlare di ciò che si è letto, condividere consigli di lettura
Noi ad esempio consigliamo:


"Prima di noi"
di Giorgio Fontana
SELLERIO Editore


Per i nostri corsisti una occasione per riflettere sulle storie famigliari di cui parliamo nelle lezioni sul genogramma. Potete anche provare a costruire il genogramma della famiglia Sartori, protagonista del libro, da primi anni del ‘900 a oggi.

Acquista


 

"Tre piani"
di Eshkol Nevo
Editore NERI POZZA

Un romanzo di relazioni sociali e familiari dove non tutto è come sembra

Acquista

 

Per i genitori, consigli, approfondimenti, proposte di giochi, letture, attività con i figli anche in questi momenti difficili su www.UPPA.it – Un Pediatra per amico, la rivista per i genitori indipendente e senza pubblicità.

UPPA pubblica anche una rivista e libri di sicuro interesse per i genitori. 

Visita il sito

-- Studiare, approfondire, scoprire

Il tempo che ci troviamo a disposizione permette di riprendere argomenti accantonati, rimandati, o di scoprire temi che non abbiamo mai affrontato.
Per quello che riguarda i temi della comunicazione e del counselling vi ricordiamo i nostri testi elettronici accreditati ECM:

-- Il counselling nell’intervento di cura con i genitori e con i bambini

       di Silvana QUADRINO - ACQUISTA SU EBOOK ECM

-- Il professionista sanitario e le competenze di counselling

       di Silvana QUADRINO - ACQUISTA SU EBOOK ECM

-- Narrazione e cura

       di Giorgio BERT, Silvana QUADRINO - ACQUISTA SU EBOOK ECM

Mantenere i contatti sociali via telefono,
 Skype, mail, social e...
...ovviamente, restare a casa!!

Chiudiamo questa newsletter con un grazie a tutti i professionisti sanitari e a tutti quelli che stanno dedicando le proprie ore e il proprio impegno senza risparmio per fronteggiare questa emergenza, le infermiere e gli infermieri, i medici e le mediche, tutto il personale degli ospedali e dei servizi di territorio, i lavoratori e le lavoratrici che stanno sostenendo il peso maggiore di questa emergenza, curando, assistendo, garantendo il funzionamento dei servizi essenziali, dai supermercati alle poste alle fabbriche.
Ricordiamolo, non sono eroi da applaudire e poi dimenticare a emergenza finita. Ricordiamolo.

-- GRAZIE!!


Un caro saluto dallo staff di CHANGE 

Powered by AcyMailing